Vangelo scondo  Matteo (Mt 28, 1-7)

Dopo il sabato, all’alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l’altra Maria andarono a visitare la tomba. Ed ecco, vi fu un gran terremoto. Un angelo del Signore, infatti, sceso dal cielo, si avvicinò, rotolò la pietra e si pose a sedere su di essa. Il suo aspetto era come folgore e il suo vestito bianco come neve. Per lo spavento che ebbero di lui, le guardie furono scosse e rimasero come morte. L’angelo disse alle donne: “Voi non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. È risorto, infatti, come aveva detto; venite, guardate il luogo dove era stato deposto. Presto, andate a dire ai suoi discepoli: “È risorto dai morti, ed ecco, vi precede in Galilea; là lo vedrete”. Ecco, io ve l’ho detto”.

(Mt 28, 1-7)

Buona Pasqua!

 ” Cristo degli abissi “
scultura in bronzo – fusione a cera persa –

Cristo degli abissi tre

 presso lo Studio ed esposizione permanente a Camogli, in piazza Colombo 16.

Per saperne di più su Giovanni Tomaselli, l’autore, visita il suo sito